Chi siamo

Giorgio e Gloria - Palmo di TerraNoi. Gloria, con l’Oriente e il deserto nel sangue e nei colori, Giorgio di una città del Nord e un nonno siciliano. Lei project manager di una azienda informatica, io giornalista ed esperto di comunicazione, per molti anni in una multinazionale dell’energia.
Nel ’94 ci siamo incontrati, abbiamo messo insieme i bagagli, mescolato alla rinfusa tristezze e voglia di allegria e siamo partiti, in cerca di una storia nostra, da aggiungere ai capitoli scritti per proprio conto. È stata lunga la strada per trovarci, ci abbiamo messo meno ad arrivare qui. Era un giorno di vento e l’aria spazzava le colline. Abbiamo sentito che era il posto che stavamo cercando. Stava arrivando il Duemila, per noi era l’Anno Zero.
Abbiamo provato a realizzare il nostro progetto: un piccolo podere in collina, abbastanza vicino al mare da sentirne l’odore, dove (ri)costruire una casa, ridisegnare il paesaggio intorno e scegliere di invecchiarci facendo una cosa che ci piace.
Sono passati diversi anni da allora, quando ci viene chiesta la “storia” di Palmo di Terra servono le fotografie di com’era, altrimenti è difficile credere quanto sia cambiata. E cambi, ogni giorno.

Siamo una tribù in movimento.

Ci sono Giulia, che lavora a Milano e sta con noi quando può, Lucky, trovato al canile, il “cucciolo” di casa anche se non lo è più da anni. Abbiamo anche una tribù di galline, una piccola famiglia di soriani che convive abbastanza bene con il cane. Spesso, dopo qualche mese, qualcuno di quelli che abbiamo avuto se n’è andato, come spesso fanno i gatti. Forse un giorno ce ne andremo anche noi dietro le nostre inquietudini, la voglia e la paura del nuovo: come i marinai di Ulisse, “siamo pronti, dove andiamo?”, a confessarci la voglia di (ri)partire.
Nel frattempo, vi aspettiamo. Veniteci a trovare.